Come prendere appunti in maniera efficace

 

 

Prendere appunti utilizzando carta e penna potrebbe avere ancora indiscussi vantaggi per la memoria nonostante i supporti multimediali disponibili oggi. Scrivere aiuterebbe a fissare i concetti e a rielaborarli collegandoli fra loro, mentre pc e altri supporti multimediali consentirebbero di trattenere una maggiore, ma anche ridondante, mole di informazioni senza vantaggi per la comprensione.

 

 

 

Prendere appunti manualmente aiuta la memoria e la comprensione

Per fare il verbale di una riunione o prendere appunti durante una conferenza o una lezione si è spesso indotti ad utilizzare un pc portatile con l’idea che questo non solo consenta di archiviare un quantitativo maggiore di informazioni, ma permetta anche di creare una bozza di documento già “pronto per l’uso” una volta che andremo a riordinare quanto annotato. Niente di più illusorio, a confermarlo sono diversi studi psicologici che hanno messo in evidenza non solo come prendere nota mediante pc o tablet faciliti la distrazione, specie negli studenti, ma anche come prendere appunti a mano con carta e penna offra indiscussi vantaggi per la memoria e l’elaborazione delle informazioni.

 

 

Prendere appunti manualmente vs pc portatile

 Uno degli ultimi studi sull’argomento è quello pubblicato su Psychological Science e condotto da un gruppo di ricercatori dell’Università di Princeton. Per la ricerca è stata reclutata una classe di studenti a cui è stato richiesto di prendere nota di ciò che veniva detto durante una conferenza. I ragazzi sono stati suddivisi in due gruppi: un gruppo avrebbe utilizzato carta e penna per prendere appunti e l’altro pc portatile. Al termine della conferenza i ragazzi sono stati interrogati riguardo gli argomenti ascoltati: coloro che avevano preso appunti con carta e penna non solo hanno dimostrato di aver conservato una memoria migliore, ma anche di aver compreso meglio, a livello concettuale, gli argomenti trattati. Il “vantaggio” degli appunti carta e penna rispetto al pc si manteneva anche quando gli stessi ragazzi venivano interpellati a distanza di una settimana.

 

 

Prendere appunti con carta e penna è un metodo davvero efficace

Perché questo vantaggio degli appunti presi con carta e penna? I ricercatori affermano che, sebbene il pc consenta di prendere nota più velocemente e quindi di trattenere un numero maggiore di informazioni, questo può rivelarsi paradossalmente uno svantaggio. In primo luogo perché, così facendo, si prende nota anche di informazioni inutili o ridondanti che non fanno altro che aumentare la mole di note da rivedere. In secondo luogo, grazie alle velocità di scrittura consentita dai software, si è inevitabilmente portati a “stenografare” l’andamento della conferenza trascrivendo pedissequamente tutto quello che viene detto senza rielaborare i concetti. Questo influirebbe negativamente sia sulla memoria che sulla comprensione. Prendere appunti con carta e penna invece costringe a fare già in corso d’opera una sorta di “selezione” delle informazioni e ad annotare solo i concetti più importanti. In questo modo si opera già una prima organizzazione e rielaborazione del materiale che sarà poi più semplice ricordare in memoria.

 

 

Quando prendere appunti e quando usare il pc?

L’obiettivo di questo articolo, non è comunque quello di demonizzare tablet e pc, piuttosto di differenziare l’utilizzo di questi e dei più tradizionali strumenti “cartacei” a seconda delle circostanze. I supporti multimediali possono essere molto vantaggiosi nei casi in cui sia necessario annotare in forma di archivio o di elenco una gran mole di dati; mentre sarà più utile ricorrere a carta e penna nei casi in cui sia importante una comprensione e una rielaborazione concettuale dei dati (come durante una lezione o una conferenza).

 

 

Prendere appunti ma senza dilungarsi troppo

In tutto questo, occorre stare molto attenti alla Verbosità, intesa come fare largo uso di parole, più di quanto non sia realmente necessario, non solo nel parlare, ma anche nello scrivere.

Scrivere è un’attività piacevole, molto più che leggere (lo dicono le più recenti ricerche scientifiche). Ma ogni gioco prevede un certo numero di regole, violando le quali viene meno il divertimento. La scrittura è anche sfida con sé stessi, vero e proprio lavoro mentale, che mette seriamente alla prova; s’impara a dominare sé stessi, scrivendo.

Keith Grant-Davie non va per le lunghe… vede nella fumosità dilagante «una sorta di colesterolo linguistico che intasa le arterie della nostra prosa impedendo un’efficiente circolazione della conoscenza». Come dargli torto? «Siamo costantemente esposti al rischio del sovraccarico cognitivo, che si verifica quando riceviamo più informazioni di quante riusciamo a elaborarne, sentendoci sopraffatti e disorientati. Scrivere testi concisi, che con poche parole comunicano l’essenziale, può contribuire ad arginare questo problema e semplificare la vita ai nostri utenti» (Daniele Fortis, 2013). Quando la lingua – organo parzialmente muscolare – predomina, il cervello va in tilt. Immediatamente si riversa nell’aria tutto ciò che passa per la mente, senza dare importanza a nulla, importa solo liberarsi di quel che evidentemente ingombra… L’ardore del nonsense.

Eppure dove nasce cotanta foga verbale? L’intento, certo, è quello di conferire autorevolezza alle proprie (non) idee, adottando il linguaggio della burocrazia in cui abbondano tecnicismi, perifrasi e circonlocuzioni, cioè giri di parole. Il chiacchierone, ma anche quello che scrive e riscrive appunti, è un serpente che ama rincorrere la propria coda,appunto, gira a vuoto.

 

 

Libri consigliati:

 


 

eBook - Mappe Mentali
Come utilizzare il più potente strumento di accesso alle straordinarie capacità del cervello per pensare, creare, studiare, organizzare…

 


Barbara Porro

Mi chiamo Barbara Porro e sono una Counselor Professionista, cioè una persona preparata ad ascoltare ed aiutare ad affrontare e superare le difficoltà, le paure, le insicurezze, una persona a cui ognuno si può rivolgere per parlare di sé. In Italiano si traduce come “Agevolatore alla relazione di aiuto” e questo è proprio l’intento, al di là del nome lungo, ma di aiutare le persone a gestire al meglio le relazioni, soprattutto la primaria relazione che è quella con se stessi, con le varie parti di noi.

Oltre a questo, mi sono avvicinata alla Floriterapia e ai Fiori di Bach. La parola chiave alla base della floriterapia è SEMPLICITA', poiché tutto in natura è semplice come quando "ho fame, vado nell'orto e raccolgo una lattuga; sono spaventato ed ammalato, prendo una dose di Mimulus (FIORE DI BACH)”.

Seguo anche gruppi di incontro e/o di respiro e rilassamento muscolare, formati da persone che stanno vivendo situazioni di vita simili e che condividono lo stesso obiettivo. C’è quindi un “auto aiuto” inteso come reciproco e duplice. Incontrandosi, si dedica tempo al proprio benessere, con l’obiettivo di STARE BENE, recuperando l’energia psico-fisica e l’equilibrio emozionale.

Collaboro con alcune associazioni della Brianza e ricevo in studio a Lissone.

Email: porrobarbara@gmail.com
Pagina FB: https://www.facebook.com/Counsellorbarbara/
Barbara Porro

Latest posts by Barbara Porro (see all)

    Please follow and like us:
    error

    Lascia un commento

    Close












    Se trovi utile il materiale gratuito fornito da Direzione Benessere sostienici – Fai una donazione
    Prodotti BIO per la tua spesa online
    Acquista Online su SorgenteNatura.it


    Macrolibrarsi











    Direzione Benessere utilizza e consiglia SITEGROUND
    Web Hosting


    Archivio Articoli
    Statistiche
    • 92.697 Numero di click
    Close

    Direzione Benessere

    Naturopatia, Suono, Massaggi e Crescita Personale

    @2019 - www.DirezioneBenessere.com di Maurizio Padrin. P. IVA 08085810961 - Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione anche parziale . DirezioneBenessere.Com ha uno scopo informativo e di intrattenimento, non va a sostituire consulenze, diagnosi e trattamenti medici.
    Close
    error

    Ti piace Direzione Benessere? Allora condividilo con chi vuoi... :-) Grazie!

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: