Il piede è una delle parti più importanti del nostro corpo in quanto assolve il compito di carico e sostegno di tutta l’impalcatura scheletrica e della massa ad essa connessa. Semplici alterazioni statiche e dinamiche della sua funzionalità – come ad esempio alluce vago o valgo, piede piatto o cavo – oltre a calzature non adeguate che sono responsabili di fenomeni dolorosi che potrebbero riflettersi nelle zone alte come ginocchia, anche, zona lombare, dorsale e cervicale.

L’automassaggio del piede utilizza la tecnica della riflessologia plantare, ovvero tramite la stimolazione delle zone riflesse trarranno beneficio tutte le articolazioni ed in particolare la colonna vertebrale oltre che tutti gli organi interni. Questo massaggio viene eseguito in posizione rilassata e possibilmente da seduti a terra tenendo la schiena ben eretta, iniziando prima con il piede destro e una volta terminato con il sinistro appoggiando il piede sulla coscia dell’altra gamba. Per il massaggio si consiglia di utilizzare un’olio vettore (mandorla, jojoba o sesamo), dove per chi desidererà ottenere maggiore sollievo potrà essere aggiunta qualche goccia di olio essenziale di pino silvestre e lavanda nella quantità di 3 gocce per cucchiaio da cucina – di olio vettore – per ogni tipo di essenza.

 

 

Zone riflesse del piede

In figura sono evidenziate tutte le zone riflesse dei piedi corrispondenti agli organi interni, ed è proprio in questi punti che si agirà con una lieve pressione utilizzando il pollice. La parte interna del piede invece riflette tutta la struttura della colonna vertebrale a partire dal tallone – che riflette la zona sacrale – fino ad arrivare all’alluce, punto che riflette la zona cervicale. Quest’ultima zona che è abbastanza delicata invece potrà essere stimolata con dei lievi sfregamenti utilizzando il pollice o il palmo della mano.

 

 

 

 

Tecnica per le manualità

Esistono tre differenti livelli di profondità per le manualità che verranno successivamente descritte:

  • Livello MO, consiste in una palpazione superficiale che agisce sulla pelle e ha un effetto corrispondente sul sistema nervoso.
  • Livello ON che consiste in un massaggio vero e proprio che agisce sul muscolo e ha effetto sugli organi interni.
  • Livello HA, è il livello terra ovvero agisce in profondità a livello delle ossa e ha effetto su tutta la persona. La sua caratteristica principale è una forte pressione.

 

 

Preparazione all’automassaggio del piede

Entrambi i piedi potranno essere preparati prima del trattamento attraverso un pediluvio caldo o tiepido – in base alla propria preferenza – sarebbe consigliato avvolgere temporaneamente con un asciugamano tiepido il piede non ancora trattato.

 

 

Tecnica per l’automassaggio del piede

Iniziare prendendo il piede destro e appoggiandolo sulla coscia del piede opposto, afferrare con una mano il collo del piede e con l’altra il calcagno e iniziare dei movimenti oscillatori del piede e della caviglia per circa un minuto (per 3 ripetizioni o multipli di 3). Eseguire dei movimenti rotatori anche del piede prima in senso orario e poi in senso antiorario (per 3 ripetizioni o multipli di 3). Una volta terminato afferrare il collo del piede con la mano sinistra e infilando le dita delle mano tra quelle del piede eseguire dei movimenti avanti e indietro in maniera dolce per cospargere l’olio anche in questa zona dove la pelle è delicata, poi con la mano sinistra tirare tutte le dita del piede almeno una volta e ruotarle ad una ad una – prima in senso orario e poi antiorario – per 3 ripetizioni o multipli di 3.

Concludere eseguendo degli sfregamenti leggeri e delicati sia sulla parte esterna che su quella interna del piede – zona che riflette la colonna vertebrale – muovendo la mano in maniera alternata dal tallone verso l’alluce e viceversa.

 

 

Trattamento dei punti riflessi corrispondenti agli organi interni

Il massaggio dei punti riflessi sulla pianta del piede  è opportuno che venga effettuato da un buon riflessologo, naturopata o comunque da un esperto del settore, meglio non improvvisarsi onde evitare di recare disturbi o squilibri in organi/zone già carenti o in eccesso di energia. Quindi il mio consiglio è di evitare questa zona del piede se non si hanno delle buone conoscenze di riflessologia e medicina tradizionale cinese.

 

Riconnettersi con le nostre radici e la terra

I movimenti che si effettuano sul piede – da eseguirsi con molta delicatezza e lentezza – vanno coordinati con il ritmo del respiro (ovvero le pressioni o gli sfregamenti vanno effettuate in fase di espirazione). L’automassaggio del piede oltre ad indurre senso di relax e benessere, migliora la circolazione sanguigna ed il tono muscolare, allunga i tendini.

Dal punto di vista simbolico i piedi sono le nostre radici, quindi massaggiarli significa riprendere contatto con essi e la terra sottostante  che ci sostiene, per ricongiungerci con la parte più materiale e istintiva di noi stessi.

Per portare rilassatezza e benessere dal punto di vista mentale si dovrà agire con un massaggio lento e delicato, mentre per essere energizzante – e portare benessere a livello più fisico – il massaggio dovrà essere veloce e vigoroso.

 

Vorrei aggiungere che sicuramente è molto più efficace e rilassante ricevere un trattamento di riflessologia da un esperto, ma non dimenticare che un buon automassaggio del piede – se fatto con amore per se stessi – ha una grande efficacia e può portare molto sollievo e alleviare tutte le tensioni della giornata. A questo punto non ti resta che provare! 😉

 

Maurizio Padrin

Maurizio Padrin

Sono un sostenitore di uno stile di vita sano e di un regime alimentare corretto, della prevenzione e del mantenimento del benessere psico-fisico e della salute attraverso i rimedi che la natura ci mette a disposizione. Effettuo trattamenti individuali o di gruppo con le campane tibetane e mi occupo inoltre di crescita personale. Sono un ricercatore e amo studiare e comprendere i meccanismi di funzionamento della mente umana e di tutte le sue potenzialità ancora sconosciute alla scienza. Inoltre sono specializzato nelle seguenti tecniche di massaggio: cranio sacrale, bioenergetica, massoterapia, fasciale, sportivo/decontratturante, riequilibrio articolare, antistress su lettino e su sedia ergonomica. Sono il fondatore del portale www.DirezioneBenessere.com
Ricevo in provincia di Monza e Brianza.

Tel. 3319668346
email: info@direzionebenessere.com
Maurizio Padrin
Please follow and like us:

Nessun commento

You must be logged in to post a comment.

Ti piace Direzione Benessere? Allora condividilo con chi vuoi... :-) Grazie!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: