Questo articolo nasce dall’idea comune mia e di Alex, fondatrice ALEXdel blog casybike.altervista.org che si occupa da alcuni anni di diffondere la passione per la bicicletta ed il cicloturismo.

Il cicloturismo è una modalità di utilizzo della bicicletta molta diffusa all’estero e ancora poco praticata in Italia, si può definire come una forma di turismo utilizzando la bicicletta. Il vantaggio di questa formula di turismo è che si può viaggiare esclusivamente in bici oppure associare viaggi in treno, oramai anche nel nostro paese i treni sono quasi tutti attrezzati per il trasporto delle due ruote.

Non è strettamente necessario essere degli sportivi DOC per praticare il cicloturismo bensì basta avere sufficiente allenamento sulle gambe (in base ai KM totali da percorrere) e soprattutto spirito di avventura, adattamento e voglia di condividere con altre persone questa passione.

Viaggi ed escursioni in bici consentono di fare un’attività fisica adatta a tutti, e quindi di accrescere il proprio benessere, con un ritmo che consente di poter chiacchierare piacevolmente con i propri compagni di pedale. Tra una sosta per un caffè, una foto e anche una foratura (capita anche quello!), immersi nella natura si stringono nuove amicizie.

Con la bicicletta sarà semplice raggiungere qualsiasi meta come montagne, centri storici, costeggiare fiumi e canali, strade sterrate, piste ciclabili. Si possono quindi unire vacanze a contatto con la natura e visite culturali a città d’arte.

La bici permette di andare abbastanza piano per potersi assaporare paesaggi e vasti panorami, così come piccoli dettagli della natura, e al tempo stesso abbastanza velocemente per coprire distanze molto maggiori che a piedi così da poter visitare più luoghi nella stessa giornata.

 

“La bicicletta insegna cos’è la fatica, cosa significa salire e scendere – non solo dalle montagne – insegna a vivere. Il ciclismo è un lungo viaggio alla ricerca di se stessi.” (Ivan Basso)

 

 

Cos’è la FIAB

Prima di iniziare con viaggi o itinerari di più giorni, si può provare con delle escursioni di una sola giornata. Si può farlo grazie alle associazioni che organizzano eventi su due ruote e gite anche a titolo gratuito e la più importante a livello nazionale è sicuramente la FIAB, la Federazione Italiana Amici della Bicicletta, che si occupa di tutelare i diritti del ciclista e di promuovere l’uso della bicicletta per la scoperta del territorio. Con circa 130 associazioni locali, ogni settimana la FIAB è in grado di proporre numerosi eventi gratuiti in ogni località d’Italia.

 

 

Perchè viaggiare con la bicicletta

Per i più esperti, o i più avventurosi, la soluzione più bella e anche economica è quella di organizzare autonomamente il viaggio con la propria bicicletta opportunamente attrezzata con borse laterali e accessori utili per ogni evenienza. Il servizio Albergabici della FIAB propone strutture ricettive in tutta Italia che offrono pernottamenti e servizi a favore dei ciclisti. Il magazine Viagginbici offre molti spunti e ispirazioni per decidere la meta ideale, e il sito di Bike Italia ha una rubrica dove si possono mettere annunci per cercare compagni di pedale.

Per chi invece è alla prima esperienza, vuole viaggiare in gruppo per fare nuove amicizie, oppure viaggiare in famiglia ma con un po’ di assistenza, esistono moltissimi tour operator specializzati che offrono una vasta offerta di pacchetti completi per le destinazioni più disparate, per tutte le gambe e tutte le tasche.
Gli itinerari sono testati in precedenza e divisi in livelli di difficoltà, con tappe che vanno dai 30 ai 60 km al giorno circa. La bici viene fornita nel tour, compresa di assistenza tecnica, e nel caso di tour itineranti il servizio di trasporto bagaglio si occupa di consegnare le valigie in albergo ad ogni tappa.

 

 

Consigli utili

Se si decide di viaggiare da soli, per uno o più giorni, è bene pianificare al meglio le tappe e le soste tenendo conto di quanti chilometri si possono coprire pedalando ad un ritmo sostenibile e tenendo conto del tipo di terreno e delle pendenze. Ad esempio, in piano e su asfalto, con quattro ore in sella ad una andatura molto tranquilla (circa 15 km/h) si possono coprire 60 km (se la matematica non è un opinione ;-D ).

Prima di intraprendere un breve o lungo viaggio con la bicicletta, è indispensabile munirsi di comode borse laterali da agganciare al telaio o borsette da manubrio e portapacchi per potere trasportare tutto il necessario, ed è importante che le borse laterali siano una per ogni lato e ben equilibrate in termini di peso.

E’ inoltre indispensabile avere con sé almeno due camere d’aria, un kit di riparazione, bomboletta spray per riparazione, utensili vari, pompa portatile.

Importante inoltre portare sempre con sé una mantella e un pantalone anti pioggia, una giacca antivento, un paio di guanti, una crema solare, un cappellino, il casco e le luci per la sera, fondamentale avere delle barrette energetiche (possibilmente di origine naturale) e acqua a sufficienza (meglio se con aggiunta di integratori salini). Non c’è nulla di peggio che pedalare con il caldo senza acqua e con crisi di fame quando ci si muove in bici non si può mai sapere se si troverà lungo la strada un posto per fare rifornimento! 😉 Quindi integrando carboidrati e sali minerali a sufficienza che sono il combustibile dei nostri muscoli, possiamo evitare il rischio di contrarre cramri e contratture.

 

 

Una scelta ecologica

Il cicloturismo ed in particolare la bicicletta sono da sempre un modo ecologico di viaggiare e visitare posti nuovi, essere a contatto con la natura, praticare sport in compagnia, migliorare il senso della comunità, trascorrere del tempo in maniera  piacevole e spensierata. La bici e il contatto con la natura circostante ti aiutano a ritrovare te stesso, ti donano benessere e gioia di vivere.

Voglio terminare con questa bellissima citazione:

 

“È andando in bicicletta che impari meglio i contorni di un paese, perché devi sudare sulle colline e andare giù a ruota libera nelle discese. In questo modo te le ricordi come sono veramente, mentre in automobile ti restano impresse solo le colline più alte, e non hai un ricordo tanto accurato del paese che hai attraversato in macchina come ce l’hai passandoci in bicicletta.”
(Ernest Hemingway)

 

 

Link consigliati:

http://www.andiamoinbici.it/

www.cicloturismo.com

www.fiab-onlus.it

www.viaggiareinbici.it

www.piste-ciclabili.com

www.itinerariitaliani.com

 

 

Libri consigliati:

Guida al Cammino di Santiago de Compostela in Bicicletta

 

Italia in Bicicletta

Voto medio su 1 recensioni: Buono

 

La Bicicletta che Salverà il Mondo

Maurizio Padrin

Sono un naturopata freelance della provincia di Monza e Brianza e da anni sono un sostenitore di uno stile di vita sano attraverso un regime alimentare corretto, lo sport, la prevenzione, il pensiero positivo, il contatto con la natura, il mantenimento del benessere psico-fisico e della salute attraverso i rimedi che la natura ci mette a disposizione.

Da diversi anni mi sono innamorato dello Yoga che pratico con regolarità tutte le mattine e utilizzo il suono (in particolare quello prodotto dalle campane tibetane) come strumento per portare armonia e benessere alle persone; inoltre sono un appassionato di crescita personale.

Sono uno sportivo da quando ero ragazzo e pratico con regolarità il running, il trekking e il ciclismo (mountain bike). Utilizzo la meditazione come strumento per essere sempre in buona salute, avere un approccio positivo alla vita, concentrarmi sulle soluzioni e non sui problemi, creare opportunità ed essere fonte di ispirazione per gli altri. Amo immergermi spesso nella natura per me luogo magico e incantato dove rigenerarmi; adoro gli animali.
Sono specializzato nelle seguenti tecniche di massaggio: cranio sacrale, bioenergetica, massoterapia, fasciale, sportivo/decontratturante, riequilibrio articolare, antistress su lettino e su sedia ergonomica.

Sono il fondatore e amministratore del portale www.DirezioneBenessere.com dedicato al benessere e alla crescita personale.

email: info@direzionebenessere.com
Maurizio Padrin

Latest posts by Maurizio Padrin (see all)

Please follow and like us:
error

Nessun commento

You must be logged in to post a comment.

error

Ti piace Direzione Benessere? Allora condividilo con chi vuoi... :-) Grazie!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: