Tutti i grandi visionari della storia erano capaci di visualizzare e crearsi una potente idea interna dei propri obiettivi e delle proprie ambizioni, escludendo quasi ogni altro pensiero. Fu proprio il pensare ad occhi aperti in modo costruttivo che consentì a Einstein di “vedere” come era fatto l’universo. Quando prendevano appunti, i geni esprimevano la propria immaginazione sotto forma di immagini.

 

A differenza di molti altri contemporanei, essi capivano come accedere al potere del loro cervello e sfruttarne le risorse.

 

Tutto questo è possibile grazie all’utilizzo della mappe mentali e del radiant thinking, una modalità di pensiero laterale e non lineare come viene insegnato dalla scuola e dalla società.

 

 
“Come ogni altro muscolo, per essere potente, il cervello umano ha bisogno di allenamento. Le mappe mentali offrono al vostro cervello l’esercizio perfetto, aiutandovi a migliorare le vostre capacità di pensiero, la vostra creatività e la vostra memoria. Come per ogni forma di allenamento, più ne fate meglio vi sentite.”
(Tony Buzan)

 

 

 

Tratto dal libro: Mappe Mentali (Tony Buzan, Barry Buzan)

 

Mappe Mentali

Voto medio su 11 recensioni: Buono

Redazione
Redazione

Latest posts by Redazione (see all)

    Please follow and like us:

    Nessun commento

    You must be logged in to post a comment.

    Ti piace Direzione Benessere? Allora condividilo con chi vuoi... :-) Grazie!

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: