Senza la capacità di percepire e di riaffermare i nostri confini, risulta molto difficile aprire il nostro cuore. Se non abbiamo la forza di dire “no” a ciò che non ci sta bene, risulta pericoloso lasciare entrare qualcuno nella nostra vita. Questo è particolarmente vero quando si tratta di sesso.

 

Da bambini, non abbiamo ne protezione ne confini. Nel nostro stato di ingenua fiducia, permettiamo agli altri di entrare indiscriminatamente. Molto spesso, anche le persone che ci hanno cresciuto hanno imparato a disconnetersi da loro stesse. A causa di questo, sono entrate nel nostro prezioso spazio interiore non rispettandone la delicata sensibilità e senza comprendere ciò di cui avevamo bisogno come supporto.

 

Come risultato di questa intrusione, due cose sono accadute – la prima è che siamo stati distratti dal nostro essere naturale e abbiamo abbandonato il nostro radicamento in questo spazio. La seconda è che conserviamo il ricordo del fatto che persone che abbiamo amato e alle quali abbiamo dato fiducia, sono entrate nel nostro spazio privato senza rispetto. Come conseguenza, abbiamo sviluppato il convincimento, conscio o inconscio, che non è più sicuro permettere a qualcuno di avvicinarsi troppo. 

 

Un bambino non possiede né le risorse né la capacità di giudizio per porre dei limiti. Quando si verifica l’invasione senza che abbiamo la capacità di porre dei limiti e di dire “no”, entriamo in uno stato di shock. Non appena siamo invasi, ci blocchiamo e ci dissociamo, nel tentativo disperato di trovare un modo per sentirci al sicuro. Come risultato di queste invasioni, spesso perdiamo la consapevolezza che possediamo uno spazio separato o un corpo che possiamo difendere.

Oggi, in parte perchè non abbiamo imparato a porre dei limiti, in parte a causa della fame d’amore e di attenzione, o della paura della punizione, della rabbia o della disapprovazione, continuiamo a permettere che i nostri confini vengano invasi. Per la maggior parte delle volte, non ci accorgiamo neanche di essere stati invasi, perchè siamo abituati a essere trattati in questa maniera. Abbiamo così ristretto il nostro spazio interiore nel corpo al punto tale che qualcuno potrebbe persino abusare del nostro corpo, senza che in noi ci sia la percezione di una tale invasione. A causa di questo, il pensieri di dire no potrebbe non nascere neppure.

Mentre discutevamo di questo argomento in un seminario, una donna condivise che aveva sempre creduto che il solo modo per conquistare un uomo fosse di offrirgli il sesso come lui lo desiderava. Per tutta la sua vita da adulta, lei aveva oltrepassato i propri limiti e il suo corpo. Un uomo disse di essere stato, per tutta la vita, uno che compiaceva compulsivamente. Persino il solo pensiero di dire no lo caricava di una tale ansia che ne scartava immediatamente l’idea sul nascere.

Quando i nostri confini vengono danneggiati, il nostro senso del sé va a pezzi. Perdiamo il nostro radicamento, la nostra centratura e il nostro senso di sicurezza. Abbiamo dei confini rigidi e impenetrabili o non ne abbiamo affatto. Quando non possiamo più sciegliere consapevolmente e distintamente se, quando e come lasciar entrare qualcuno, non abbiamo una vera intimità. Se permettiamo a chiunque di entrare senza una netta discriminazione, ci risentiamo con lui/lei quando non ci tratta nel modo in cui vorremmo. E se tagliamo fuori totalmente chiunque, abbiamo il dolore dell’isolamento.

Una volta che il dolore di tradire noi stessi diverrà più grande della paura di quello che potrebbe accadere se poniamo dei limiti, riconquistiamo la nostra dignità. Sì, c’è la paura della punizione, della disarmonia, di ferire l’altra persona e, peggiore di tutte, quella del rifiuto e della solitudine. Ma il dolore di mancare di rispetto a noi stessi è ancora peggio. Facendo dei piccolissimi passi per dire “no” quando qualcosa non ci sta bene, specialmente nel fare l’amore, acquisiamo nuove abitudini e riscattiamo la dignità che abbiamo perso.

La gente continua a raccontarci che, una volta che ha cominciato a correre il rischio di porre dei limiti, la relazione è stata bene diversa rispetto a quanto si aspettava.

 

Per mia esperienza personale ho imparato che è davvero importante stabilire i propri confini e sapere dire “no” quando necessario alle persone, in questo modo evitiamo di sentirci invasi e di dare potere agli altri; il nostro spazio interiore è un luogo sacro e intimo e non può essere invaso da chiunque. Questo non vuol dire che dobbiamo isolarci e non aprire il nostro cuore all’amore e all’intimità, semplicemente dobbiamo farlo facendo attenzione a fare entrare in questo spazio solamente chi sa comprenderci e non ha intenzione né di ferirci né abusare di noi.

Se qualcuno è entrato nel nostro spazio personale e ci ha ferito, non possiamo prendercela con quella persona perchè siamo stati noi che glielo abbiamo permesso e non siamo stati in grado di stabilire i giusti confini o semplicemente di dire “no”. Imparare ad assumersi la responsabilità della propria vita senza colpevolizzare gli altri è il primo passo verso la nostra trasformazione interiore ed esteriore. 

(Nota dell’autore: Maurizio Padrin)

 

 

 

Tratto dal libro (Sesso e intimità – Krishnananda e Amana):

 

Sesso e Intimità
Accogliere e superare paure e insicurezze per vivere al meglio la vita di coppia

Voto medio su 1 recensioni: Da non perdere


Maurizio Padrin

Maurizio Padrin

Sono un sostenitore di uno stile di vita sano e di un regime alimentare corretto, della prevenzione e del mantenimento del benessere psico-fisico e della salute attraverso i rimedi che la natura ci mette a disposizione. Effettuo trattamenti individuali o di gruppo con le campane tibetane e mi occupo inoltre di crescita personale. Sono un ricercatore e amo studiare e comprendere i meccanismi di funzionamento della mente umana e di tutte le sue potenzialità ancora sconosciute alla scienza. Inoltre sono specializzato nelle seguenti tecniche di massaggio: cranio sacrale, bioenergetica, massoterapia, fasciale, sportivo/decontratturante, riequilibrio articolare, antistress su lettino e su sedia ergonomica. Sono il fondatore del portale www.DirezioneBenessere.com
Ricevo in provincia di Monza e Brianza.

Tel. 3319668346
email: info@direzionebenessere.com
Maurizio Padrin

Latest posts by Maurizio Padrin (see all)

Please follow and like us:

Nessun commento

You must be logged in to post a comment.

Ti piace Direzione Benessere? Allora condividilo con chi vuoi... :-) Grazie!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: